Maiale nero Casertano

33oqyqs

Maiale nero Casertano

Il maiale nero Casertano è una razza suina molto antica del “Tipo Autoctono Antico” TGAA. Particolarità come le cosiddette “sciucquaglie”, due bargigli che gli pendono ai lati della gola ed una cute di colore dal nero violaceo al grigio ardesia, quasi priva di setole, presenti in radi ciuffetti sul collo, testa ed estremità della coda, da cui il nome pelatello che lo rendono unico. Si tratta di un animale rustico, di origini antichissime, infatti viene rappresentato in molte sculture e affreschi di epoca romana; possiede una quantità di grasso maggiore rispetto ai comuni maiali bianchi, da cui si ricava una sugna, morbida e bianca , condimento base nella cucina tradizionale contadina. Dal punto di vista alimentare, la caratteristica più pregiata è la “marezzatura” delle carni, ossia la presenza di abbondante tessuto connettivo intramuscolare, che rende le carni di questo maiale morbide e particolarmente gustose; per questo motivo è molto ricercato per la carne fresca, da consumarsi in ogni tipo di preparazione e in diversi tagli, come prosciutto di coscia e di spalla, costatelle, tracchie, ma anche per confezionare pregiati salumi tipici, come salsicce, capocolli, pancette, soppressate, prosciutti. La casertana è considerata una delle migliori razze suine autoctone italiane e non si può andare oltre senza assaggiare i prodotti di questo maiale. È stato inserito nel Registro Anagrafico delle razze suine italiane, curato dall’Associazione Nazionale Allevatori Suini.